Come creare una mailing-list

Una delle domande più frequenti tra i blogger che si stanno affacciando solo ora in questo mondo è: perché è importante costruirsi la propria mailing list?

La domanda sorge spontanea. È da molto tempo ormai che circola la sbagliata voce sul web che l’e-mail marketing è morta. In realtà avere una lista di e-mail, offerte spontaneamente dagli utenti per rimanere sempre aggiornati suoi contenuti, è molto importante e non è un aspetto da sottovalutare.

Come creare una mailing-listTutti i grandi servizi, dai social network ai maggiori giornali on line, desiderano avere il tuo indirizzo e-mail. Il motivo è semplice. Tutti gli utenti che navigano su internet controllano molto spesso la propria casella e-mail, talvolta anche più volte al giorno. Alcuni addirittura si fanno arrivare sui propri smartphone le notifiche in real time sulle e-mail che arrivano sul proprio account. In poche parole, la posta elettronica sa sostituendo quella tradizione e le persone non sanno rinunciare al mantenere sempre un contatto tempestivo con tutte le persone.

Se i social network aiutano a catturare momentaneamente l’attenzione del lettore (le novità passano in fretta, tanto è vasto il mondo web), l’e-mail marketing, ci aiuta a fidelizzarlo e catturarlo totalmente. Se hanno lasciato il loro indirizzo è perché sono davvero interessati a ricevere gli aggiornamenti. Quando vedranno apparire sul loro smartphone la notifica di un nuovo contenuto sul vostro blog, la prima tentazione sarà proprio quella di leggerlo!

Ricapitoliamo. Perché creare un mailing list?

  • Fidelizza la tua utenza e porta molto più traffico di un qualsiasi social network.
  • Ti accorgi di quanto gli utenti sono interessati. Se non li hai catturati, non lasciano il loro indirizzo e-mail.
  • E’ un metodo diretto e personale per comunicare con i tuoi lettori.
  • Chi lascia l’e-mail per ricevere gli aggiornamenti, è più propenso ad acquistare, perché di te si fida.
  • Possono fare delle domande senza bisogno che tutto il mondo legga il contenuto della loro e-mail. È una cosa personale ed estremamente utile per chi vuole un consiglio “faccia a faccia”.

Esiste due modi per creare una mailing list. Possiamo usufruire degli abbonamenti gratuiti e di altri a pagamento.
Nel primo caso non abbiamo possibilità di capire quando e come gli utenti si interessano alle nostre e-mail.

Non possiamo fare campagne ne inviare e-mail personalizzate ad un gruppo preciso di lettori. Affidandosi ad un servizio a pagamento, tutto questo è possibile. Il mio consiglio ricade sull’ottimo servizio Aweber.